Che sia per puro svago o per la necessità di dover fare acquisti, i mercatini di Natale sono uno dei luoghi più magici dove perdersi e da cui farsi conquistare: l’aria frizzante, le luci e le decorazioni, la gran folla di persone che una volta tanto non ci disturba perché contribuisce a creare la giusta atmosfera, e poi i colori e gli odori che mescolati insieme ci restituiscono un mix veramente unico. Certo, per la maggior parte siamo abituati ai nostri mercatini “cittadini” dove le tipiche casette in legno sembrano quasi perdersi nel profilo urbano, il più delle volte popolate da personaggi che recitano una parte più che essere veramente ciò che ci aspettiamo. E allora, dove è possibile trovare invece dei mercatini doc, magari anche con la neve, la cui atmosfera sia realmente autentica? 

Trento, Bolzano, Bressanone, Brunico e Vipiteno – queste cinque località, ma più in generale tutta la regione del Trentino Alto Adige, sono sicuramente iconiche per il periodo natalizio: la splendida cornice alpina unita allo spettacolo della neve che scende lentamente dal cielo sono il palcoscenico ideale per i mercatini natalizi dal sapore più antico e tradizionale, che finiscono per popolare tutte le strade dei centri storici cambiandone totalmente la fisionomia; ricordiamo che quello di Bolzano è il mercatino di Natale più antico d’Italia, mentre il Presepe di Bressanone vanta più di 800 anni di storia;

Napoli – non è certamente la tipica località di montagna a cui si pensa quando ci si vuole immergere nell’atmosfera delle feste, ma se non associate la città partenopea al Natale allora non sapete cosa vi state perdendo: nel cuore della città, tra Spaccanapoli e via San Gregorio Armeno, esiste un comprensorio di botteghe artigiane specializzate nella realizzazione di presepi aperte tutto l’anno che affiancano le statuette più tradizionali a personaggi del mondo dello spettacolo e di attualità; e poi ci sono i presepi nei gusci di noci e una folla tale che nel mese di dicembre vengono istituiti i sensi di marcia per i pedoni!

Strasburgo – eletta a più riprese come la Capitale Europea del Natale, la città alsaziana ospita il più antico evento legato ai mercatini natalizi del Vecchio Continente, con una tradizione che risale addirittura al 1570: decine e decine di stand raggruppati in 11 diverse location trasformano dal 27 novembre al 31 dicembre questa città in un vero e proprio mercatino a cielo aperto, dove è possibile comprare, bere e mangiare veramente qualsiasi cosa; e non perdetevi il gigantesco abete che viene annualmente posizionato in piazza Klèber, perché pare che a Strasburgo, oltre che i mercatini, abbiano inventato anche la tradizione di addobbare l’albero;

Germania – se c’è una nazione che, più di altre, incarna lo spirito natalizio questa è sicuramente la Germania; sebbene i mercatini tedeschi non possano ambire alla palma di più antichi solo per una manciata di anni, in Germania i mercatini di Natale che vengono organizzati ogni anno sono così tanti e così sparsi che c’è solamente l’imbarazzo della scelta: troviamo Colonia che tra i suoi 6 mercatini ne ospita uno addirittura su una motonave; poi c’è Stoccarda che con 250 stand decorati in maniera assolutamente incredibile è sicuramente uno dei più grandi d’Europa; e non potevamo non nominare Monaco di Baviera che vi farà strabuzzare gli occhi con il suo albero di Natale adornato di oltre 2500 candeline e la sua Fiera del Presepe, la più grande della Germania.

Per i più modaioli ovviamente non possiamo dimenticare anche tutte le altri capitali europee come Berlino, Bruxelles, Praga, Budapest, Londra e Parigi (qualcuno ha detto mercatini sulla Avenue des Champs-Élysées?):  se non sono degli ottimi spunti per un weekend di relax o una bella vacanza nel periodo natalizio questi!