È approdato nelle sale italiane il 12 marzo 2015 il nuovo Cenerentola della Disney, per la precisione la versione live-action, ovvero con attori in carne e ossa, di uno dei classici dell’animazione e delle fiabe, direttamente dal 1950.

Diretto dal regista di “Thor” e “Hamlet” Kenneth Branagh, scritto da Chris Weitz, autore tra gli altri di “About a Boy – Un ragazzo” e de “La bussola d’oro”, il film ha un casting d’eccezione a cominciare dal premio Oscar Cate Blanchett e che annovera tra gli altri Lily James, interprete anche in “Blue Jasmine” ed “Elizabeth”, Richard Madden, il Rob Stark di “Game of Thrones”, ed Helena Bonham-Carter, che ha recitato anche ne “Il discorso del re” e in “Alice in Wonderland”.

La trama è quella di sempre: il film racconta le vicende di una giovane ragazza, interpretata da Lily James, figlia di un mercante. Alla morte della madre, in segno di buona volontà e affetto decide di accogliere in casa la matrigna, una splendida Cate Blanchett, con cui il padre nel frattempo si è risposato e le sue due figlie, impersonate da Holliday Grainger e Sophie McShera. Ma una volta venuto a mancare il padre, la vita di Cenerentola diventa un calvario: costretta nel ruolo della servetta di casa tra sporcizia e cenere, la giovane è alla mercè delle tre donne rose dalla gelosia. Un solo pensiero sorregge la protagonista, le ultime parole pronunciate dalla madre: ”Avere coraggio ed essere gentile”, che la mettono in condizione di onorare il proprio impegno verso le vessatrici e di non disprezzarle. Durante una passeggiata nel bosco poi ci sarà l’incontro con un giovane affascinante che neanche lontanamente lei immagina essere il principe del regno, ovvero Richard Madden. Tutti i sogni sembrano andare in frantumi come il vestito della ragazza quando la matrigna scopre l’intenzione di Cenerentola di partecipare al ballo al Palazzo Reale, ma il magico intervento della gentile mendicante Helena Bonham-Carter, con l’aiuto di una zucca e qualche topolino, cambierà per sempre la vita della protagonista.

Grazie alla rivisitazione in chiave fantasy, il nuovo film della Disney si prefigge di avvicinare e conquistare una nuova generazione di spettatori ad un genere che ha reso senza tempo il successo della casa di produzione statunitense.