Senza lo sport non potrei vivere, ma non nel senso di divano e tv tutte le sere: lo sport mi piace praticarlo, mi piace insegnarlo e, soprattutto, mi piace viverlo.

Per anticipare la vostra prossima domanda, mi spiace deludervi ma non sono una celebrità di una qualche disciplina in incognito: il mio nome è Nicola e, grazie al blog di Ipercity, da questo mese sarò il vostro personal trainer “virtuale”, mettendo a disposizione la mia esperienza in fatto di esercizio fisico, alimentazione e tutto quello che vi potrebbe venire in mente in merito.

Bene, direi che abbiamo chiacchierato anche troppo, è tempo di darsi da fare sul serio! 

Ormai la primavera è alle porte e le temperature vanno migliorando di giorno in giorno: quanti di voi stanno pensando che è ora di rimettersi in forma? Magari qualcuno ha pure cominciato a fare esercizi a casa, spinto dalla bilancia.

Mi dispiace rovinarvi la sorpresa ma, a parte pochissimi “fortunati”, la maggior parte delle persone desiste da questo tipo di attività dopo neanche due settimane. Perché? È semplice: fare attività fisica tra quattro mura, dopo aver passato tutta la giornata in ufficio, è psicologicamente insostenibile. L’attività fisica, per essere efficace, dev’essere un punto di rottura con la routine quotidiana.

La soluzione? Potete trovarla letteralmente fuori dalla porta. Approfittando delle giornate che si allungano trovate un parco o un’area verde vicino a casa e utilizzatela come campo di allenamento, i giovamenti che ne trarrete saranno molteplici:

- psicologici innanzitutto, perché poter “allungare” lo sguardo vi aiuterà a scaricare maggiormente lo stress giornaliero e ad allenarvi più intensamente, mentre l’assorbimento di vitamina D tramite la luce solare aumenterà l’effetto euforia ricavandone maggior soddisfazione;

- meccanici in secondo luogo: il terreno irregolare vi farà migliorare l’equilibrio e l’aria pura vi aiuterà a sentire meno la stanchezza.

Però prestate attenzione: l’allenamento all’aperto in solitaria presuppone, oltre ad una buona conoscenza degli esercizi e delle vostre capacità, una ferrea autodisciplina che vi spinga ad essere costanti nel vostro impegno e a chiedere ogni volta qualcosa in più al vostro fisico.
Se pensate di non potercela fare, in ogni palestra vi aspetta un valido istruttore pronto a seguirvi passo passo e tirare fuori il meglio da voi.

Alla prossima!