L’olio di avocado è un olio vegetale estratto dalla polpa del frutto persea americana tramite spremitura a freddo. È riconoscibile grazie al suo colore verde scuro e per l’aspetto viscoso, se naturale; ha invece un colore giallo chiaro se è ottenuto mediante raffinazione.

Da secoli, soprattutto nei paesi tropicali dove cresce naturalmente, viene utilizzato come prodotto alimentare, nel procedimento di frittura ad esempio, grazie al suo elevato punto di fumo, di 255° e superiore anche a quello dell’olio di oliva che invece si ferma a 210°.

Ma è grazie alle sue proprietà cosmetiche che si sta affermando in Occidente. L’olio di avocado infatti è molto ricco di tocoferoli (vitamina E), carotenoidi (precursori della vitamina A) e fitosteroli (beta-sitosterolo, campesterolo, citrostadienolo, ecc.), alcoli terpenici, avocatine e acidi volatili: tutti questi elementi gli conferiscono delle incredibili proprietà terapeutiche, in particolare se applicato su pelli secche, mature o disidratate, producendo un’azione addolcente e protettiva.

Il suo utilizzo può essere abbinato a diverse parti del corpo. Se impiegato per la cura del viso, per merito delle sue ottime capacità di penetrazione della cute, stimola l’attività fribroblastica del derma che è associata alla sintesi del collagene, esercitando così un’azione ristrutturante ed anti età; inoltre, sempre per la proprietà appena citata, facilita l’assorbimento di altri principi attivi ad esso associati. Può eventualmente agire in tandem all’olio di jojoba.

Applicato sui capelli, l’estratto di avocado sarà in grado di curare i capelli secchi, fragili e sfibrati e ha un’azione lenitiva contro le prurigini del cuoio capelluto nonché un effetto di riduzione significativa della forfora. Nell’utilizzo può essere associato all’olio di cocco e al burro di karitè.

Se impiegato per la cura del corpo le sue proprietà possono venire potenziate associandolo all’olio di mandorle dolci, specie l’azione elasticizzante, e risulta utile nei casi di rilassamento cutaneo, di smagliature o di pelle che tende a squamarsi 

Preparare l’olio di avocado è semplice e veloce: svuotare dei frutti nel frullatore fino ad accumulare due chili di polpa; aggiungere un litro di olio di cocco e frullare fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi; versare il tutto in un pentolino a fuoco medio/basso e far cuocere fino all’evaporazione completa di tutta la parte liquida, mescolando ogni 5 minuti  per evitare che bruci; versa il rimanente su un panno da cucina posizionato su una zuppiera e strizzalo il più possibile, utilizzando il panno come filtro; versa l’olio di avocado ottenuto in un contenitore di vetro preferibilmente ermetico, per mantenere il più a lungo la freschezza del prodotto.