“Chi ben comincia è a metà dell’operarecita un antico adagio e, nel caso dei bambini, è proprio il caso di dirlo. Quante sono le cose che come adulti sappiamo che apporterebbero benefici al nostro organismo e, più in generale al nostro stile di vita, se solo fossimo stati abituati a praticarle fin dall’infanzia? Proviamo a stilare un elenco di quelle basilari abitudini di vita che andrebbero insegnate ad ogni bambino, sia in materia di comportamento, che di igiene personale che, soprattutto, di abitudini alimentari: queste ultime in particolare possono aiutare in maniera significativa a prevenire l’insorgenza di patologie croniche in età adulta.

Partiamo con i “must” dell’igiene:

è bene abituare il bambino fin da piccolo a lavarsi le mani prima di mangiare o prima di andare a letto, specialmente dal momento in cui comincerà a gattonare ovunque: questo comportamento, che si può rendere divertente giocando assieme a lui con il sapone, farà si che da adulto sia una persona pulita ed attenta alla propria igiene quotidiana, senza dimenticare che una scarsa igiene delle mani è alla base della diffusione di patologie stagionali come l’influenza;

un ragionamento molto simile a quello per le mani va fatto anche a riguardo della pulizia dei denti: apprendere l’abitudine in questo caso è fondamentale già durante il periodo dei denti da latte, affinché il bambino automatizzi l’igiene orale come un momento naturalmente successivo ai pasti. I primi anni dovrete “controllare le operazioni” ed eventualmente integrarle, ma con il tempo non saranno più un problema specialmente se gli farete scegliere lo spazzolino, così da renderlo un oggetto personale, e se farete in modo che si veda allo specchio mentre si lava i denti per fargli assumere consapevolezza delle proprie azioni;

Per quanto riguarda le abitudini alimentari, molte possono sembrare scontate ma stando ai dati che vengo periodicamente diffusi sull’obesità infantile e non è sempre bene ripeterle: l’alimentazione del bambino deve essere semplice e nutriente e ricca di proteine nobili, sono quindi da evitare le merendine di qualsiasi tipo; lo stesso discorso vale per le bibite gassate e molto zuccherate, meglio qualche centrifugato di frutta e verdura che risulterà utile anche per avvicinare il bambino a gusti nuovi. Non spaventatevi se il bambino farà qualche resistenza: questa sarà legata più alla novità del gusto che ad altro quindi, con un po’ di insistenza, si otterrà il risultato voluto. Inoltre è bene ricordare che, specialmente nel campo dell’alimentazione, i bambini apprendono per imitazione più che per imposizione: dunque come genitori si dovrà essere i primi a dare l’esempio