Finalmente è arrivata l’estate e con essa la possibilità di prendersi un periodo di riposo, per andare al mare, in montagna o a visitare città lontane. Se poi abbiamo un cane in casa è giusto che anche lui possa godere di una vacanza, premio per la sua incrollabile fedeltà e per i suoi servigi presso il focolare familiare.

Oramai sempre più strutture ricettive si stanno attrezzando per accogliere i nostri amici a quattro zampe dunque non si è più costretti a parcheggiare l’amico peloso in qualche pensione. Per portarlo con noi però è necessario tenere a mente qualche semplice regola affinché la vacanza possa dirsi tale anche per lui.

Innanzitutto informatevi sulle regole sanitarie del luogo in cui vi recherete, in particolare se si tratta di paesi esteri: questo potrebbe voler dire fare richiami di alcune vaccinazioni o cure particolari e farvi rilasciare dei certificati dal vostro veterinario di fiducia; e non dimenticate eventuali assicurazioni sanitarie!

Se decidete di spostarvi in macchina effettuate numerose soste, almeno ogni 3-5 ore, per permettergli di sgranchirsi le zampe: nel caso il vostro cane fosse particolarmente ansioso, il veterinario saprà sicuramente indicarvi qualche rimedio naturale da fargli assumere. Per evitare inconvenienti di carattere digestivo, cercate di distanziare la partenza dall’ultimo pasto.

Che andiate al mare o in montagna, tenete a mente che la prolungata esposizione al sole, specialmente nelle ore più calde, è nociva tanti agli umani quanto agli animali che anzi possono essere vittime di colpi di calore: dunque assicuratevi che il vostro cane abbia sempre un posto dove riposare all’ombra e tenetelo presente soprattutto qualora dobbiate legarlo per un certo periodo di tempo. Importantissimo poi che abbia sempre la ciotola con acqua fresca a disposizione.

Poi ovviamente non dimenticate i suoi snack preferiti, per fargli patire meno la lontananza da casa, e altre semplici attenzioni come, ad esempio, fargli la doccia dopo un bel bagno in mare (sabbia e sale possono essere fastidiose specialmente se l’animale non è abituato) e non lasciarlo mai solo se non per periodi brevissimi di tempo. Da ultimo, importantissima la valigia che deve far fronte ad ogni esigenza: oltre al libretto sanitario e agli snack citati in precedenza, un kit di pronto soccorso specialmente se si va in montagna, i giochi di casa, il cibo abituale, se possibile la sua cuccia e naturalmente il necessaire per gli escrementi.