Che caldo.
Che caldo!
Che CALDOOO!

Forse non sarà la più calda estate di sempre, ma anche quella 2016 in quanto a temperature e soprattutto umidità non scherza. Meno male che le temperature elevate, almeno in questi mesi, erano prevedibili e quindi mi sono fatta trovare pronta. Il mio rimedio? Quello che uso per curare qualsiasi problema, ovvero un viaggio, ma non un viaggio qualsiasi.

Sarebbe troppo riduttivo dire che vado a cercare “il fresco”, perché in realtà ho deciso di andare ai confini della civiltà per fare un’esperienza che sarà unica: la Groenlandia!

Ma capiamo bene di cosa stiamo parlando.
La Groenlandia è un’isola gigantesca al largo delle coste canadesi, con più del 50% del suo territorio che si trova oltre il Circolo Polare Artico; i suoi circa 56.000 abitanti sono concentrati nei fiordi della costa sudoccidentale, che è quella che presenta il clima più vivibile; nonostante una grande autonomia, la Groenlandia fa parte del Regno di Danimarca e ne usa la moneta (la corona danese)

Non è proprio un bell’inizio? Abbiate fiducia.

Si diceva pochi, pochissimi abitanti (la densità abitativa è la più bassa del mondo), ma chi è così matto da abitare la “Terra Verde”, come l’hanno chiamata i primi colonizzatori Vichinghi? Gli Inuit, un popolo di cacciatori riservato ma ospitale, con cui avrò modo di familiarizzare durante la mia visita. Come la famiglia residente sull’isola di Uunartoq, che ogni sera apre le porte della propria abitazione a tutti quelli che durante il giorno sono andati in visita alle mitiche sorgenti termali circondate dai ghiacci. E poi ci sono tutte le guide che mi accompagneranno nelle mie pagaiate assieme alle balene e a visitare le immense colonie di foche.

La civiltà è ridotta ai minimi termini, ma dal punto di vista naturalistico la Groenlandia presenta delle bellezze uniche al mondo: la Groenlandia è stata recentemente eletta come la miglior location del globo per l’osservazione dell’aurora boreale; nel suo mare i maestosi iceberg sono visibili in qualsiasi stagione il suo clima, nel periodo estivo, è molto stabile e mantiene sempre una temperatura gradevole, sebbene sia ventoso per la maggior parte del tempo; la giornata polare in questo periodo vede il sole tramontare a mezzanotte e risorgere dopo neanche 3h.

Cose da tenere a mente? Se siete vegetariani forse non è la vacanza più indicata perché, sebbene i supermercati siano ben forniti, frutta e verdura hanno prezzi folli e la popolazione locale si nutre prevalentemente di carne; con il “caldo” di luglio e agosto le zanzare diventano feroci quindi è meglio procurarsi delle protezioni strong (così come per il sole!) e, se fate campeggio, anche le retine da viso.

Per il resto, che dire: vi faccio invidia eh? Alla prossima e buone vacanze!