L’ondata di freddo che ha colpito nei giorni scorsi tutta l’Italia ci ha fatto precipitare di nuovo nel bel mezzo dell’inverno, proprio quando pensavamo che il peggio fosse passato! Tra giubbotti pesanti, sciarpe e berretti di lana ci siamo forse dimenticati che, nonostante le apparenze, marzo è cominciato e, con esso, è iniziato anche il countdown verso la primavera!

Non so voi, ma io, complice anche una Pasqua “bassa”, sto già pensando a come trascorrerò le prime giornate tiepide primaverili e dove potrei andare a fare la classica scampagnata di Pasquetta (sempre che il tempo sia clemente). Sì, lo so, sembra un azzardo visto il clima dei giorni scorsi, ma non si sa mai che pensando intensamente alla primavera riusciamo a farla avvicinare a grandi passi!

 

I più bei posti vicino Padova

Scaldiamo quindi i motori in vista della bella stagione e passiamo in rassegna alcuni dei luoghi che più si prestano per una passeggiata domenicale, un picnic in compagnia o un’escursione all’aria aperta.

Prima buona notizia: nelle nostre zone la scelta non manca di certo! Moltissimi sono infatti gli itinerari e le escursioni possibili a Padova e dintorni, e non serve macinare troppi chilometri per trovarsi immersi in paesaggi ameni e godere di pittoreschi scorci che sembrano disegnati da Madre Natura in persona.

 

Da visitare: il Parco Nazionale dei Colli Euganei

Il primo luogo che viene in mente, quando si parla di itinerari nei dintorni di Padova, è senza dubbio il Parco Nazionale dei Colli Euganei. A pochi chilometri dal centro sorge questa magnifica area verde, perfetta sia per gli amanti dello sport sia per chi abbia voglia di fare due passi a stretto contatto con la natura, ammirando un paesaggio variegato, in cui ville antiche e borghi storici si inseriscono perfettamente in una cornice naturale. Stanchi della passeggiata? Nessun problema: in zona ci sono moltissime osterie e trattorie in cui poter gustare qualche piatto tipico.

Parco Nazionale dei Colli Euganei

Fra i punti topici dei Colli Euganei, uno dei miei preferiti è l’Anfiteatro del Venda: da fine marzo questo “palco nel parco” ospita concerti e spettacoli che, grazie alla particolare cornice in cui sono inseriti, sono in grado di trasportarvi in un’altra dimensione facendovi vivere un’esperienza davvero unica.

Particolarmente affascinante è la vista dal Buso dei Briganti, punto panoramico che un tempo si dice fosse impestato dai briganti, appunto, ma io consiglio una capatina anche al Parco delle Ginestre, giardino pubblico perfetto per pause rilassanti, e una visita alla Fonte Regina, di origine romana, dalla quale l’acqua sgorga sempre fredda.

 

Escursioni e itinerari insoliti a Padova

Potrei parlare per ore dei Colli Euganei, tanti sono i tesori che custodiscono…ma è tempo di andare avanti e scoprire anche altri itinerari, da percorrere non solo a piedi o in bicicletta. Lo sapevate, per esempio, che un tempo Padova era percorsa da una fitta rete di vie d’acqua e canali? Pur non essendo più sviluppati come in passato, alcuni percorsi fluviali sono ancora percorribili e regalano a chi intraprende questo particolare viaggio sull’acqua un punto di vista sicuramente inedito. Una gita in barca fra le antiche vie d’acqua vi porterà indietro nel tempo, fra mura medievali, edifici antichi e ponti romani. Qualche suggerimento: la riviera del Brenta, con le sue ville maestose, e il Bacchiglione fino alla laguna e le isole di Venezia sono sicuramente itinerari da provare.

Torniamo sulla terraferma, ma saliamo in sella. Vi piace cavalcare? Allora dovete assolutamente percorrere una delle ippovie che costellano il nostro territorio: potete scegliere fra itinerari in montagna o in collina, ma anche al mare o sul delta del Po.

ippovie Padova e dintorni

Il giardino di villa Barbarigo a Valsanzibio e Villa Contarini a Piazzola

Se, invece, dalla vostra escursione nella natura chiedete solo completo relax, o se volete trascorrere una giornata tranquilla anche con i vostri bambini, il mio suggerimento è optare per i parchi delle ville, spesso in grado di affiancare meraviglie architettoniche a giardini favolosi. La prima che mi viene in mente è Villa Contarini, a Piazzola sul Brenta, di cui si possono visitare sia gli interni, gradevolmente affrescati, sia gli esterni, con un meraviglioso parco in cui si può passeggiare e interagire con simpatici animaletti.

Se si parla di parchi e giardini, non possiamo certo omettere il giardino di Villa Barbarigo a Valsanzibio, esempio di giardino simbolico seicentesco che di recente è stato addirittura riconosciuto come il “giardino più bello d’Europa”. “Abitato” da statue e percorso da sentieri e ruscelli, il giardino spicca anche per la varietà di piante e, soprattutto, per il labirinto in bosso.

 

Parco di Villa Barbarigo

Luoghi bellissimi, immersi nella natura, a pochi chilometri da casa nostra. Sempre affascinanti, sicuramente danno il meglio di sé in primavera. E allora pensiamola intensamente la bella stagione, che arrivi in fretta il periodo delle escursioni e delle scampagnate!