Ma quale Nazionale, ma quale Europei, ma quali ferie.

C’è solo UNA cosa che sto aspettando da più di un mese: i SALDI ESTIVI!

Cosa ci sarà poi di così diverso dal solito shopping, direte voi. Molto semplice: è il periodo dell’anno in cui il mio atteggiamento da “formichina” mi ripaga: durante tutti i mesi precedenti passo tantissimo tempo a guardare, vedere, approfondire, monitorare, sognare… ma di acquisti ne faccio veramente pochi, in attesa di poter piazzare la stoccata vincente e finalmente il momento è arrivato.

Ma affrontare i saldi può essere difficile, sembra tutto così luccicante e così conveniente: prima che qualche capo nuovo, dovrei procurarmi un nuovo armadio.

Per non rischiare di “annegare” negli acquisti ci vuole testa, altrimenti si rischia di restarne travolte (e posso assicurarvi che mi è successo).

Vediamo qualche regola, in ordine sparso:

Taglie – è sempre un bagno di sangue: in mezzo alla folla si scorge qualcosa che ci piace, è pure scontatissimo e poi… non c’è la taglia! A questo inconveniente si risponde in modo solo: approfittando dei primissimi giorni di saldi per “puntare” i capi più desiderati, in modo da avere a disposizione quante più misure possibili, non c’è altra maniera;

Tendenze – perché togliersi uno sfizio se invece si può fare qualche acquisto “intelligente”? Approfittiamo dei prezzi più bassi per rimpolpare il guardaroba di cose che potremo indossare anche in futuro. Tutto molto bello Arianna, ma quindi che cosa compriamo? Bè, se parliamo di stili dovete sapere che quello cowboy (frange, jeans e rouches), che è appena tornato sulla cresta dell’onda, a detta di tutti godrà di lunghissima vita; e poi c’è lo sporty-chic, con le sue polo e le sue scarpe stringate bianche, come se si fosse in un club e sui campi da tennis. Se invece dobbiamo parlare di capi singoli la parola d’ordine è CAMICIA: che sia corta, lunga o lunghissima, da sola come vestito intero oppure in abbinata ai pantaloni a vita alta intramontabili, dovete per forza averne una vasta scelta.

Costumi da bagno – se proprio vogliamo concedere una possibilità a qualcosa di grido, facciamolo per l’abbigliamento da spiaggia come il costume, visto (e sperando) che nel giro di qualche settimana saremo in partenza per le vacanze. Quindi: se volete mettervi in mostra e avere un’ottima abbronzatura, puntate su un modello minimal a fasce con arricciature; per i fisici più prosperosi invece lo stile pin-up anni ’50 è veramente intramontabile; altrimenti potete osare ed equipaggiarvi con qualcosa in neoprene, che è l’ultimissima moda, anche se costosetta.

Insomma, è vero che c’è tempo perché i SALDI terminano il 31 agosto però, prendendosi all’ultimo, si rischia veramente di restare a bocca asciutta: quindi elmetto in testa e coltello tra i denti, è tempo di toglierci qualche sfizio a buon mercato!