Curarsi dei propri capelli è importante, perché nella vita di tutti i giorni sono sottoposti a numerosi fattori che ne possono provocare l’indebolimento: agenti atmosferici; inquinamento; stress. Ma spesso affidarsi ai prodotti di brand anche blasonati non è un sinonimo di qualità, in quanto anche questi possono essere ricchi di agenti chimici come i tensioattivi e sostanze schiumogene altamente inquinanti.

Per questo motivo è possibile provare a prodursi in proprio gli shampoo con le fragranze che preferiamo. Di seguito vi proponiamo alcune ricette e le relative dosi.

Shampoo fatto in casa all’argilla per capelli grassi 

Ingredienti:

-       40g di argilla ghassoul

-       100ml di acqua

-       50g di ortiche secche o fresche

 

Pestate le ortiche fino a sminuzzarle e poi mettetele in infusione per 5/6 minuti in acqua bollente mescolando di tanto in tanto. Filtrate il tutto con una garza e fate raffreddare, dopodiché unite il tutto con l’argilla mescolando energicamente. L’argilla ghassoul è una particolare argilla saponifera che, contenendo saponine naturali, ha proprietà molto simili a quelle della farina di ceci. Una volta realizzato il vostro shampoo basterà applicarlo sui capelli e massaggiare per qualche minuto prima di risciacquare. Grazie al suo alto contenuto di minerali questo shampoo ridurrà sensibilmente la secrezione di sebo del cuoio capelluto e renderà i capelli morbidi e lucidi.

Shampoo al rosmarino contro la forfora

Ingredienti:

-       20g di farina d’avena

-       20g di amido di mais

-       20g di bicarbonato di sodio

-       10 gocce di olio essenziale di rosmarino

Mescolate insieme tutti gli ingredienti avendo cura di farli amalgamare in maniera uniforme. Lo shampoo andrà applicato sui capelli già umidi; dopo il massaggio basterà semplicemente risciacquare con abbondante acqua. Aiuterà a ridurre la forfora e la produzione di sebo.

Shampoo a base di farina di ceci per uso quotidiano

Ingredienti:

-       un cucchiaio abbondante di farina di ceci

-       250 ml di acqua tiepida

-       due cucchiai di aceto

Utilizzando come contenitore un flacone di shampoo riciclato, dovete inserire prima di tutto la farina di ceci aggiungendo poi prima l’acqua tiepida e poi l’aceto. Una volta chiuso, agitate con energia il flacone ed utilizzate lo shampoo a piccole dosi.

Oltre a  farvi risparmiare sull’acquisto di prodotti per i capelli, autoprodurvi lo shampoo rappresenta una scelta assolutamente sostenibile a livello ambientale in quanto riduce non solo l’immissione di agenti inquinanti ma anche lo spreco d’acqua.