Alcune lo sognano sin da bambine; per le più modaiole rappresenta la possibilità di acquistare un abito di alta moda almeno una volta nella vita; per altre, ancora, è semplicemente un vestito da indossare in un giorno importante: stiamo parlando dell’abito da sposa!

Indumenti dal fascino antico, negli ultimi anni i vestiti da sposa sono diventati protagonisti di riviste di settore e non, di sfilate e persino di programmi televisivi. Con questa “overdose” di informazioni ci reputiamo tutte esperte di settore, e ci sentiamo perfettamente a nostro agio se ci troviamo a parlare di organza e taffettà, stile impero o abito a sirena. Ma siete sicure di sapere proprio tutto sull’abito da sposa? Io stessa, pur reputandomi una bene informata, ho fatto una ricerca in materia e ho scoperto dei particolari che, secondo me, non tutte sanno! Voglio quindi condividere con voi qualche curiosità sull’abito nuziale.

modello-abito-nuziale

Significato abito da sposa bianco

Partiamo dal colore: molte spose moderne decidono di scostarsi dal colore bianco, considerato un classico e per alcune una variante fin troppo tradizionale, a favore di vestiti da sposa colorati, realizzati in colori tenui (rosa antico, verde pallido…) o decisamente più vistosi (rosso, blu). Quel che forse non sapete, però, è che il bianco non è un colore del tutto tradizionale, o perlomeno non lo è sempre stato: fu la Regina Vittoria, nel 1840, a lanciare la moda dell’abito da sposa bianco. In occasione delle nozze con Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha, infatti, la regina indossò un inedito vestito bianco, orlato di merletti, che dettò moda! In epoche precedenti (nel Medioevo e nel Rinascimento) i colori accesi erano quelli più in voga, soprattutto per le spose appartenenti ad una classe sociale elevata: i tessuti colorati costavano di più e, dato che l’abito da sposa era anche un mezzo per mostrare l’opulenza della famiglia di provenienza, la preferenza veniva accordata ad abiti di colori accesi e realizzati con materiali pregiati.

Il bianco, che col tempo si è affermato come colore predominante nel settore abiti da sposa, viene identificato con l’idea di purezza. In realtà, prima che il bianco divenisse così di moda, il colore che maggiormente svolgeva tale funzione era il blu, in quanto associato alla Vergine Maria, e infatti era uno dei colori preferiti per la realizzazione degli abiti da sposa. Se il bianco ha preso così tanto piede, possiamo quindi dire che non è tanto per l’idea di purezza che veicola, quanto perché si discosta dai colori, sicuramente più scuri, che le donne indossano nella vita quotidiana, e si presta quindi particolarmente bene ad un giorno così speciale.

Modelli diversi di abiti da sposa: da dove derivano?

Per le più romantiche il modello di abito da sposa è solo uno: lungo, ampio, con velo…insomma, da principessa. Se invece siete fra coloro che preferiscono il corto anche per il loro grande giorno, dovete ringraziare la moda degli anni 60: fu proprio in questo periodo, infatti, che cominciarono a diffondersi per la prima volta abiti nuziali corti e senza velo. I modelli a taglio impero, invece (perfetti per chi vuole nascondere la pancetta) derivano dall’epoca seguente la rivoluzione francese. Anche la moda legata ai vestiti da sposa, come potete vedere, segue cicli e ricicli storici!

Abito da sposa bianco

Cappelli e coroncine da sposa: occhio al significato!

Se amate i diademi e le coroncine, vi piacerà la tradizione norvegese: l’abito tradizionale norvegese, infatti, prevede una corona perché la sposa è considerata una regina! Decisamente più bizzarro (e molto poco politically correct) è il cappello nuziale indossato dalla sposa tradizionale giapponese: un copricapo molto ampio che dovrebbe nascondere le “corna”, che nella cultura giapponese non corrispondono ai tradimenti, ma alla arrabbiature. In altre parole, con questo cappello la sposa si dimostra sottomessa e pronta a non arrabbiarsi mai. Se pensate di mettere un cappello al vostro matrimonio, quindi, state attente che il vostro sposo non conosca a fondo la cultura giapponese e colga questo significato, altrimenti sarete costrette ad essere sempre docili!

Accessori per la sposa

Cambio d’abito al matrimonio

Anche se l’abito da sposa lo si indossa una volta sola (e costa anche un bel po’), molte spose decidono di effettuare un cambio d’abito. Questa usanza, in realtà, presso alcune culture è antichissima e tipica: in Iran il matrimonio tradizionale prevede sette cambi d’abito (uno per ogni colore), mentre in Marocco la sposa si cambia “solo” tre abiti.

 

Allora, sapevate proprio tutto sugli abiti da sposa o vi ho fornito qualche info in più?