La festa di Halloween, che fino alla fine degli anni ’90 nel nostro Paese era poco o per niente conosciuta, è diventata in breve tempo una sorta di appuntamento pre carnevalesco, ossia una scusa per festeggiare tutti insieme e vestirsi in maschera, preferibilmente a tema “horror”.

Ma che origini ha questa ricorrenza che viene comunemente definita pagana?

Innanzitutto Halloween viene festeggiato ufficialmente la notte del 31 ottobre e il nome Halloween è una contrazione inglese della frase “All Hallows’Eve” o della frase “All Saints’ Eve”, che letteralmente significa “Vigilia di Ognissanti”. Nella tradizione liturgica protestante questa ricorrenza segna l’inizio della Allhallowtide, ovvero del periodo dell’anno in cui si ricordano i santi, le persone importanti e i cari scomparsi; proprio da qui, tra gli altri, deriva l’usanza degli scherzi e dei costumi di Halloween: è un modo di esorcizzare la paura della morte tramite l’uso dell’allegria e dell’umorismo.

Ma la festa ha origini molto antiche, risalenti addirittura al mondo celtico e in particolare irlandese, dove veniva chiamata “Samhain” o Festa di fine estate: segnava appunto la fine della stagione della luce e l’inizio della metà dell’anno in cui avrebbe dominato il buio nonché condizione, secondo le leggende, per l’arrivo di spiriti e fantasmi nel nostro mondo. Samhain è anche la parola che dà il nome alla patologia di cui soffre chi prova una fobia per la festività di Halloween, la Samhainofobia appunto.

Le lanterne fatte con le zucche? Nel mondo anglosassone vengono anche chiamate “Jack’o’lantern” (Lanterne di Jack) e il loro nome risale ad una leggenda popolare che si trova in varie culture europee con qualche variante: si rifanno alla storia di Stingy Jack, un uomo in grado di gabbare nientemeno che il Diavolo per salvare la propria anima, ma condannato a vagare sulla Terra avendo solamente una lanterna per fare luce davanti a sé. Nella tradizione celtica, durante la Festa di fine estate, venivano intagliati degli ortaggi per illuminare il cammino degli spiriti, l’uso della zucca si è affermato negli USA alla fine del’800.

Dolcetto o scherzetto? L’origine di questa usanza è un mix di tradizioni culturali diverse: nel mondo celtico alcuni abitanti del villaggio si vestivano con pelli di animali e vagavano per il villaggio ricevendo offerte di cibo e vino per non tormentarne gli abitanti; mentre con l’avvento della tradizione cristiana questo costume è stato trasformato in offerte ai mendicanti, che in cambio promettevano di riservare preghiere ai loro benefattori.

Pagana o cristiana, Halloween è una festa che ha preso rapidamente piede anche nel nostro Paese: mancano pochi giorni dunque non vi resta che intagliare le vostre zucche e trovare il costume più spaventoso che c’è!