A Natale la maggior parte di noi si scopre “tradizionalista”, attaccata cioè a quelle abitudini e a quegli usi che contraddistinguono questo periodo dell’anno e che vengono tramandati di generazione in generazione. Per molte persone a Natale la parola “tradizione” diventa una sorta di obbligo morale, che va a indicare una serie di azioni e abitudini da reiterate ogni anno per rivivere emozioni uniche e mai del tutto sopite, pronte e risvegliarsi alla comparsa della prima decorazione o all’ascolto della prima nota di una canzone natalizia.

Potremmo dire che lo stesso spirito tradizionalista invade tutti i paesi in cui si festeggia il Natale, ma con modalità diverse: quelle che per noi sono delle tradizioni, infatti, in altri paesi risulterebbero del tutto sconosciute, e viceversa. Viaggiando in paesi diversi nel periodo natalizio ho potuto toccare con mano alcune usanze per me inedite; di altre, invece, ho (purtroppo) solo letto qualche informazione. Adesso che il Natale si avvicina, facciamo un sunto delle curiosità più interessanti che ho imparato sulle tradizioni natalizie nel mondo!

Babbo Natale e altri personaggi natalizi nel mondo

Cominciamo dal personaggio natalizio per eccellenza: Babbo Natale. Conosciuto e amato in moltissimi paesi, non è però uguale ovunque; nei paesi scandinavi, per esempio, è popolarissimo lo “gnomo del Natale”, chiamato Tomte in Svezia e Nisse in Danimarca e Norvegia. Nato come una specie di protettore della casa o della fattoria, in origine era un personaggio “chiaroscuro”, ossia non sempre buono e simpatico. La somiglianza con Babbo Natale sta nel cappello rosso a punta (che in realtà riprende quello dei contadini di un tempo), ma l’associazione con il personaggio natalizio per eccellenza avviene solo nella prima metà dell’Ottocento, quando diventa il folletto del Natale.

personaggi-natalizi-austria-germania

In Austria e Germania Babbo Natale è del tutto simile a come lo conosciamo noi, ma in questi paesi esiste un suo corrispettivo al negativo: Krampus. Si tratta di un demone che punisce i bambini cattivi e, girando per le città tedesche e austriache, potreste vederne una rappresentazione. Nel giorno di San Nicola, infatti, per le strade delle città si aggirano delle persone mascherate da demone, con tanto di catene in mano, per “suggerire” ai bambini di fare i bravi.

 

Tradizioni natalizie nel mondo, dal pranzo alle decorazioni

Altra tradizione natalizia immancabile per noi italiani è il pranzo del 25 o la cena della vigilia. Se pensate che l’Italia sia la patria dei mangioni per eccellenza, non siete mai stati in Polonia a Natale! In questo paese, infatti, il pranzo natalizio prevede ben 12 portate, ossia una per ogni apostolo.

pranzo di Natale in Polonia

E le decorazioni? A Natale non possono di certo mancare, ma anche in questo caso vale l’adagio “paese che vai, usanze che trovi”: in Cina, per esempio, i pochi cristiani che vivono nel paese festeggiano il “festival della Santa Nascita” decorando le case con piante sempreverdi e addobbi luminosi. Non possono mancare le lanterne, usate anche come decorazione per l’albero di Natale. Anche nelle Filippine si usano delle lanterne per gli addobbi di Natale, che da queste parti è chiamato Pasko e dura ben tre settimane, mischiando credenze locali e tradizioni cristiane. Le lanterne, in particolare, si chiamano “parol” e vengono appese alle porte. Molto strana può apparire l’usanza ucraina di adornare albero e casa con decorazioni a forma di ragnatela, ma in realtà si tratta di un gesto benaugurante.

Natale è anche il periodo in cui si vuol ricevere un dono gradito, una buona notizia…o perfino l’arrivo di un amore! Non a caso, nella Repubblica Ceca, a Natale c’è un’usanza che riguarda proprio la sfera amorosa: le donne single, infatti, si mettono alla porta e gettano una scarpa alle loro spalle; se la scarpa atterra con la punta rivolta verso la porta, è il segnale che ci si sposerà presto!

 

Ecco, queste sono solo alcune delle usanze e delle tradizioni natalizie in giro per il mondo. Quel che è certo è che, in qualsiasi modo lo si festeggi, Natale resta per tutti una festa speciale, da celebrare con le persone giù care.